Just a bReader

Dalla parte del primo bookReader mai esistito: il lettore.

Archivio per il tag “j.a. konrath”

Apocalisse 2014

Nella mia infinita (ed è davvero infinita) lista di preferiti del browser (quella di Google Chrome, perché Firefox ne ha un’altra tutta sua, creata quando usavo quel browser) ho ritrovato un post che forse non avevo letto con attenzione la prima volta, nella frenesia di trovare un argomento valido per la mia tesi di laurea. Per fortuna però l’ho bookmarkato (sono poco fan dell’italianizzazione di parole inglesi, davvero, è solo che a volte proprio la traduzione non mi sovviene), perché è un gioiellino.

Quante volte abbiamo letto articoli su “Quale sarà il futuro dell’editoria/libro/mondo” o “Cosa ne sarà dei libri“? Quante volte ci siamo trovati ad abbandonare l’articolo a metà perché troppo ascetico/apocalittico?

J.A. Konrath, per gli amici Joe, è questo signore qui. Ha anche un blog in cui parla della sua dieta di 30 giorni di sola birra, ma non è così interessante come potrebbe sembrare.

L’ho dovuto analizzare (la sua storia, non proprio lui) appunto per la tesi e subito su di lui ho avuto un’impressione: quella di un uomo estremamente rigoroso e pragmatico. D’altra parte tiene un blog sul quale scrive quasi ogni giorno da qualcosa come 7 anni. Io ne ho qualcosa come 7, tutti abbandonati dopo pochi giorni (ma questo no! Parola di scout).

Insomma, il gioiellino di cui parlavo è appunto un post di questo Konrath, in cui ci dice quale sarà secondo lui il futuro del libro.

Avete già smesso di leggere?

Bene.

Il link non ve l’ho ancora dato apposta.

Il post (del 2009) è interessante e divertente perché descrive una giornata normale di un normale lettore del 2014 e nel farlo snocciola tutte le previsioni che Konrath fa sull’ebook del futuro.

E a me è piaciuto. Non solo quel post, ma anche quel futuro.

Navigazione articolo